I Bagni Derivativi per restare in forma regolando la temperatura

Che cosa sono?

Una competenza arcaica che, utilizzando il fresco, assicura lo spostamento, le funzioni e l’espulsione dei grassi.
Il Bagno Derivativo non è una medicina, né dolce né esotica. È una competenza arcaica, esattamente come l’allattamento materno. Serve a sostituire gli effetti delle camminate nudi in un paese caldo, quella che era la condizione originaria dell’essere umano. Gli animali praticano correntemente questo tipo di bagni senza porsi domande sulle stagioni, lo yin o lo yang. Questa tecnica non costa assolutamente niente ed è estremamente efficace per il nostro benessere.

È uno dei 4 elementi del Metodo France Guillain.

Come funziona?

Il Bagno Derivativo è una tecnica che consiste a rinfrescare le due pieghe inguinali e il perineo con l’obiettivo di far vibrare, rendere la motilità agli intestini e all’insieme delle fasce (sottili membrane che ricoprono tutti gli organi e muscoli).

Si può praticare con l’aiuto di un guanto di spugna naturale e dell’acqua, oppure, per guadagnare tempo e comodità, può essere sostituito dall’uso di una Yokool. In realtà, ciò che ci manca di più è la freschezza al perineo.

Questo funziona anche con delle persone che non possono assolutamente camminare.

Questa freschezza stimola la motilità delle fasce e dell’intestino provocando l’espulsione delle feci, ma anche lo spostamento, la circolazione in tutto il corpo dei grassi derivati dalla digestione.

Gli effetti del Bagno Derivativo sono molti. Inizialmente fa andare via i grassi nocivi, spessi, che si trovano direttamente sotto la pelle. Ma aiuta anche le persone troppo magre a nutrire in modo corretto i muscoli e a rendere più dense le ossa. Contribuisce indubbiamente alla rigenerazione dell’organismo.

Il ruolo e la circolazione dei grassi bruni

Perché è importante far circolare i grassi bruni?

I grassi fluidi, detti bruni, sono indispensabili per la protezione contro il caldo e il freddo, per l’energia, le riserve, le funzioni ormonali, il trasporto delle cellule staminali adulte capaci di riparare tutti i nostri tessuti. Questi grassi hanno anche due funzioni di pulizia.

I grassi spessi al contrario (gialli e bianchi a lanugine) sono grassi di cattiva qualità dovuti ad alimenti denaturati e ad una cattiva masticazione. Si trovano essenzialmente negli animali di allevamento e negli umani che hanno uno stile di vita malsano. Devono essere espulsi attraverso l’azione dei grassi fluidi.

Per cento anni, secondo le descrizioni di Louis Kuhne, il Bagno Derivativo è stato strettamente considerato una tecnica di pulizia interna del corpo. Attualmente scopriamo altre funzioni del Bagno Derivativo perché iniziamo a capire come si spostano i nostri grassi all’interno del corpo, a cosa servono e come farli circolare. Questa circolazione continua dei grassi permette l’evacuazione dei surplus attraverso la digestione, ma permette anche ai grassi fluidi di scacciare i grassi spessi che deformano la silhouette e di svolgere le loro numerose funzioni durante il sonno, quando le fasce non lavorano.

Escursione storica

Oltre ai libri di Louis Kuhne, il Bagno Derivativo è conosciuto da più di mille anni in Cina, si pratica da sempre in Nuova-Guinea, ne troviamo traccia anche nel Corano e nella Torah (abluzioni da praticarsi più volte al giorno), ed è praticato in Francia da centinaia di migliaia di persone. Il Signor Henri-Charles Geffroy de La Vie Claire e il Signor Raymond Dextreit lo tenevano in grande considerazione. È raccomandato da numerosi igienisti ed è sempre più consigliato dai medici. Il Dottor Plisnier, autore di La santé Libre, éditions Ambre 2001, gli dedica tre pagine.

Per saperne di più

C’è ancora molto da dire sui Bagni Derivativi. Troverete delle informazioni supplementari nei testi I bagni derivativiIl Bagno derivativo, cent’anni dopo Louis Kuhne, e delle Edizioni l’Età dell’Acquario.

Potrete imparare ancor più anche partecipando ai seminari e alle conferenze di France Guillain. Per date e località: consultare il calendario.

Aprendo i link indicati qui sotto potrete saperne di più e scoprire i due modi di praticare Bagni Derivativi, con l’acqua o con la Yokool, molto più comodi e di pari efficacia.